Birstrò

Questo posto è medaglia d’oro Birrerie Artigianali Roma.it! Assolutamente da provare!medaglia d'oro
Birstrò - Vista dalla strada

Birstrò – Vista dalla strada

Aprii questo blog nel 2009. Allora la scena brassicola a Roma era si in fermento ma sinceramente non mi sarei mai aspettato che nell’arco di 4 anni e mezzo non sarei più riuscito a stare appresso alle nuove aperture: eh si, perchè il locale di cui parlerò oggi ha aperto appena lo scorso Novembre, ma in confronto agli altri porta con se una sostanziosa novità: è un brewpub. A Roma (e per Roma intendo…all’interno del GRA!) mi sembra che prima di loro ci fosse solo l’Atlas Coelestis (che, ahimè, ancora non è recensito in queste pagine); questo tanto per farvi capire che ventatà di novità ha portato questo locale!
E allora beccatevi questa recensione (quasi completa, come leggerete più avanti) del Birstrò, sito in Via Luigi de Magistris 64.

Il Posto

Già da fuori il locale da bella mostra di se, è infatti vetrato per tutta la sua lunghezza: dalla strada è possibile vedere l’impianto da 300 litri che funge da vero e proprio richiamo per chi si trova a passare di li.
All’interno l’arredamento è piuttosto semplice e ricorda per certi versi il Pork’n’Roll: tavoli e sedie sono infatti in robusto legno e ricordano un pò le vecchie osterie romane. Sulla sinistra possiamo ammirare dietro una grande vetrata l’impianto di produzione, mentre a destra abbiamo il bancone con un impianto di spillatura a 4 vie. Davanti invece due “finestre” affacciano alla cucina. Una quarantina, all’incirca, i coperti.

Birstrò - Sala e Impianto

Birstrò – Sala e Impianto

Le Birre

Birre prodotte in loco quindi, a km 0,005 come vengono definite. In genere sono 3 e cambiano sitle a seconda del periodo. Ecco quelle che abbiamo trovato in data 12/02.

  • Pigneta
  • Inverno a piazza Vittorio
  • Trip-Hop

Nella quarta via era presente come birra ospite la Cortigina di Birra del Borgo.
Ho avuto modo di provare solo la Pigneta, una IPA da 7° con un amaro molto bilanciato che si lascia bere e ribere.
L’inverno a piazza Vittorio è una Belgian Strong Ale nella quale molti ingredienti vengono direttamente dal mercato di Piazza Vittorio (da qui il nome) mentre la Trip Hop è una triple luppolata (ma ripeto, queste due non le ho provate, mi limito a rifervi le descrizioni che mi sono state date dal personale, che si è dimostrato disponibile e preparato)

Considerazioni Finali

Bisognerebbe aprire un capitolo a parte per quanto riguarda la cucina…che tuttavia non ho avuto modo di provare (sono passato dopo cena). Proprio per questo motivo per il momento lascio la voce cucina senza voto, in quanto, visto il corposo menu a disposizione, merita di essere provata a fondo.
Peccato che la scelta di birre si limiti solo alle 4 spine, quindi piuttosto limitata.
Per il momento, do un voto complessivo di 4.0 che potrebbe cambiare non appena aggiornerò la recensione.

I nostri voti

Qualità birra
Varietà birra
Cucina
Locale
Prezzi

Voto complessivo (non è una media)

Il giudizio dei nostri lettori

[Voti: 8    Media Voto: 4.3/5]

Info e Contatti
Via Luigi Filippo de Magistris, 64
Roma
00176
Telefono 06 9760 0054

Dario Curvino
Informazioni su

Entro nel mondo delle birre artigianali nel 2009, da allora non sono più uscito. Cercando sempre posti nuovi dove bere Birra (con la B maiuscola) mi rendo conto che non c'è una guida/lista aggiornata dedicata solo ed esclusivamente a posti dove bere birra artigianale, quindi decido di fare questo sito. Nella primavera 2011 frequento il corso di degustatore birra organizzato dall'ADB.

Pubblicato in Birstrò, Prenestina / Casilina / Pigneto / Centocelle Taggato con: , , , ,
0 comments on “Birstrò
1 Pings/Trackbacks per "Birstrò"
  1. […] di pizze: io non ho provato la cucina (sono andato dopo cena, per questo anche qui come per il Birstrò per il momento non gli metto il voto) ma a quanto ho saputo da amici che ci sono stati sembra siano […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*