Ruins Pub

Ruins Pub - Bancone

Ruins Pub – Bancone

Con un colpevole ritardo (sono stato in questo posto quasi due settimane fa) vi presento oggi una birreria la cui apertura, avvenuta ormai un anno fa, era passata inosservata dai radar di BirrerieArtigianaliRoma.it (cioè i miei). Ecco a voi il Ruins Pub, sito in via di Portonaccio 106.

Il posto

Dalla strada si può non vedere, infatti l’ingresso non dà sul marciapiede: bisogna fare una breve discesa che porta ad un parcheggio interno (finora l’unica birreria a Roma che ho visto con il parcheggio interno!) che si trova di fronte all’entrata del pub. Qui una volta varcata la soglia di ingresso ci troviamo subito sulla destra il bancone e tutto intorno….IL MONDO 😯 ! Il locale è enorme, (ci stanno tranquillamente 200 persone) i soffitti saranno alti non meno di 7 metri, sono presenti due maxi schermi letteralmente maxi (in realtà sono videoproiettori, ma ci siamo capiti)…Insomma forse di primo impatto è anche troppo grande, magari si può avere la sensazione di sentirsi leggermente spaesati; di certo si è sorpresi, perchè dalla piccola porta di ingresso non ci si aspetta poi uno spazio così ampio.
Veniamo subito accolti da una ragazza che ci fà accomodare ad un tavolo e ci porta due menù. Qui ci si accorge subito che nonostante le dimensioni il locale non è affatto chiassoso, il volume dei maxi schermi è tenuto ad un volume adeguato per poter fare due chiacchiere tranquillamente, inoltre i tavoli sono tenuti ad una distanza ottimale che ci consente di avere spazio a volontà.

Ruins Pub - Vista Sala

Ruins Pub – Vista Sala

Le birre

È presente una nutrita selezione di birre alla spina, infatti l’impianto è composto da ben 12 vie: parlando con il proprietario mi diceva che 6 sono più o meno fisse, mentre altre 6 (per lo più belga) sono in continua rotazione. Inoltre mi ha detto che molto spesso è proprio lui ad andare in Belgio e fare il suo bel carico. Sul sito ufficiale è possible trovare il menu delle birre sempre aggiornato. Al momento di questa recensione sul menu ne sono presenti 18: non so se le altre 6 sono in bottiglia o semplicemente sono i fusti disponibili e che ruotano nelle 12. Peccato non siano presenti birre Italiane!

Considerazioni finali

Senz’altro una piacevolissima sorpresa. Inoltre è da segnalare la presenza di una nutrita cucina aperta tutti i giorni fino alle 2. Il menù è molto ampio e piuttosto “classico”: è possibile trovarlo qui (veramente comodi i menu online, mi risparmiano un sacco di fatica :grin:). È inoltre possibile mangiare una nutrita scelta di pizze: io non ho provato la cucina (sono andato dopo cena, per questo anche qui come per il Birstrò per il momento non gli metto il voto) ma a quanto ho saputo da amici che ci sono stati sembra siano particolarmente buone: vi farò sapere appena le proverò! 😉
Aggiornamento al 12/05/2014: Ho avuto modo di provare la cucina: vi è una vasta scelta di pizze, panini (alcuni di questi degni di man vs food! :D) primi e secondi. Il punto d’eccellenza è senz’altro la pizza: ad un costo medio di 5 euro è possibile mangiare tra le pizze più buone che abbia mai provato a Roma (e badate bene che chi scrive è un ex pizzaiolo!)

I nostri voti

Qualità birra
Varietà birra
Cucina
Locale
Prezzi

Voto complessivo (non è una media)

Il giudizio dei nostri lettori

[Voti: 40    Media Voto: 4.2/5]

Info e Contatti
Via di Portonaccio 106
Roma
00159
Telefono 06 64 26 0705

Dario Curvino
Informazioni su

Entro nel mondo delle birre artigianali nel 2009, da allora non sono più uscito. Cercando sempre posti nuovi dove bere Birra (con la B maiuscola) mi rendo conto che non c'è una guida/lista aggiornata dedicata solo ed esclusivamente a posti dove bere birra artigianale, quindi decido di fare questo sito. Nella primavera 2011 frequento il corso di degustatore birra organizzato dall'ADB.

Pubblicato in Ruins Pub, Tiburtina / Pietralata/Casal De Pazzi Taggato con: , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*